giovedì 9 Dicembre 2021

L’UE non riconosce Lukashenko come legittimo presidente della Bielorussia

“L’Unione Europea ribadisce che le elezioni presidenziali del 9 agosto in Bielorussia non sono state né libere né eque. L’Ue non riconosce i loro risultati e ritiene che siano stati truccati” afferma in una nota stampa, aggiungendo conseguentemente, che l’insediamento del 23 settembre 2020 e il nuovo mandato (presidenziale) di Lukashenko “sono privi di ogni legittimità democratica”.
Presso il Palazzo dell’Indipendenza Alexander Lukashenko ieri, ha prestato giuramento per il suo sesto mandato presidenziale; durante la stessa giornata più di 10 giovani sono stati arrestati a Minsk per aver manifestato senza autorizzazione contro le elezioni presidenziali.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di “The Week” prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati