giovedì 18 Agosto 2022

Londra teme la Brexit senza accordo con pesanti ripercussioni sull’economia

Secondo i ricercatori della London School of Economics il prezzo da pagare per un eventuale “no deal” sarebbe una contrazione dell’8% del Pil. I controlli alla frontiera potrebbero comportare grandi ritardi nella consegna delle merci. Mentre il governo di Boris Johnson prova con difficoltà a ridurre i contagi in crescita nel Paese e ad attutire le conseguenze economiche della pandemia, c’è una crisi alle porte che potrebbe dare un colpo al Paese molto più duro. Un’uscita dall’Unione europea senza accordo potrebbe provocare pesanti conseguenze sul Paese, ben più gravi del coronavirus, a cui si aggiungerebbe un importante rallentamento del commercio di merci a causa dei controlli alle frontiere.

 

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI