sabato 18 Maggio 2024

Alluvione in Russia e Kazakistan, oltre 100 mila sfollati

La violenta esondazione dell’Ural, il terzo fiume più lungo d’Europa, ha costretto all’evacuazione oltre 100 mila persone tra Russia e Kazakistan. Con il rapido sciogliersi della neve accumulatasi nelle scorse settimane, diversi fiumi si sono gonfiati fino a esondare, travolgendo decine di insediamenti nei Monti Urali, in Siberia e in Kazakistan, vicino all’Ural e al Tobol. I presidenti dei due Paesi hanno discusso delle modalità di far fronte alla catastrofe, che si configura già come la peggiore inondazione degli ultimi 80 anni. Sono in corso lavori per rinforzare dighe e argini, mentre viene fornito soccorso alla popolazione e si monitora la situazione, che potrebbe portare a nuove evacuazioni.

Ultime notizie

Il potere. Intervalli e discontinuità

Diceva Elettra nella omonima tragedia di Sofocle: «Se voglio continuare a vivere libera, devo ubbidire ai potenti». In realtà...

PFAS: al via il processo contro la Solvay per disastro ambientale

Ha ufficialmente avuto inizio il processo davanti al Gup del Tribunale di Alessandria che vede il colosso della chimica...

È stato scoperto un pianeta roccioso che “brilla per la sua lava”

Si chiama TOI-6713.01, è distante circa 66 anni luce dalla Terra e presenta una superficie ricoperta di lava e...

L’odissea di Seif: incarcerato e in attesa di espulsione per un post filo-palestinese

Del caso di Seif Bensouibat avevamo già parlato il 24 gennaio scorso quando, per primi, abbiamo raccontato l'incredibile vicenda...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI