martedì 6 Giugno 2023

UE: Italia prima per giovani che non studiano né lavorano

L’Italia è maglia nera in Europa per i ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studiano, non lavorano e non sono impegnati in percorsi di formazione (Neet). I dati, riferiti al 2022, sono stati rilevati da Eurostat. I ragazzi Neet nel nostro Paese sono il 17,7%: seguono Romania (14,5%) e Grecia (14,1%). La situazione migliora leggermente per le ragazze, dove l’Italia fa registrare il secondo peggior tasso UE (20,5%), preceduta soltanto dalla Romania (25,4%).

Ultime notizie

Il negoziato ONU sulla plastica si piega agli interessi dei petrolieri

Venerdì 2 giugno si è concluso a Parigi il secondo dei cinque incontri che le Nazioni Unite hanno voluto...

Regno Unito e Israele hanno firmato un nuovo partenariato strategico

Israele e il Regno Unito hanno firmato un accordo che sancisce e consolida la loro storica e naturale alleanza,...

USA, nello Utah vietata la Bibbia a scuola: “contiene volgarità e violenza”

Un distretto scolastico dello Utah, che conta circa 72mila studenti, ha deciso che alle elementari e alle medie sarà...

Commissione Europea e OMS hanno firmato l’accordo per il “Green pass globale”

Il passaporto sanitario mondiale non è più una previsione da “complottisti”, ma realtà: ciò che era emergenziale – e...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI