martedì 18 Giugno 2024

Piombino, i cittadini tornano in piazza contro il rigassificatore

I cittadini di Piombino sono tornati in piazza per manifestare contro l’installazione del rigassificatore nel porto cittadino. L’iniziativa è stata promossa dalla Rete No Rigass No Gnl e dalla campagna Per il clima, fuori dal fossile. Presenti al corteo circa duemila persone, tra le quali numerose associazioni ambientaliste, sindacati di base e studenti, oltre ai partiti Rifondazione Comunista, Sinistra Italiana e il Movimento 5 Stelle. Nel corso della protesta è stato contestato anche il sindaco Francesco Ferrari, da sempre contrario all’opera ma esponente del partito di Fratelli d’Italia, accusato di non aver bloccato i lavori.

Ultime notizie

Oltre cento cittadini hanno portato in tribunale il Ponte sullo Stretto di Messina

Le proteste contro il Ponte sullo Stretto procedono, e si estendono al campo legale. Giovedì 13 giugno, un gruppo...

In Valsusa lo abbiamo capito: la Tav, come la mafia, è una montagna di m…

Domenica 16 giugno 2024, manifestazione a Susa. Il corteo, partendo dal centro della città, prevedeva di proseguire verso la...

Come gli USA si stanno auto condannando alla de-dollarizzazione globale

Ormai da un po’ di tempo si parla di de-dollarizzazione dell’economia mondiale, ossia al processo graduale di riduzione dell’utilizzo...

Per una volta no, Biden non si è distratto al G7: il video è stato manipolato

Qualche giorno fa è diventato virale un breve video in cui si vede il presidente americano Joe Biden allontanarsi,...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI