martedì 28 Maggio 2024

Carburante, verso superamento soglia di 2,5 euro al litro

Non accenna a fermarsi l’aumento dei prezzi dei carburanti, ricominciato l’1 gennaio per via della mancata proroga da parte del governo degli sconti sulle accise. I gestori segnalano che, nella giornata di oggi 7 gennaio, in alcune zone d’Italia il gasolio servito ha raggiunto il picco di 2,35 euro al litro, la benzina di 2,24. Sulla rete autostradale, i prezzi sfiorano i 2,5 euro al litro. L’entità degli aumenti non sembra in alcun modo giustificata dagli andamenti delle quotazioni petrolifere, denuncia Codacons, che riferisce di aver «presentato un esposto a 104 Procure di tutta Italia e alla Guardia di Finanza» allo scopo di «accertare eventuali speculazioni o rialzi ingiustificati dei listini».

Ultime notizie

La funzione della repressione all’interno dell’ordine neoliberista

Con l’avvento dell’epoca moderna e dell’affermarsi del capitalismo come sistema economico dominante capace di plasmare i rapporti sociali e...

Von der Leyen è stata denunciata alla Corte Internazionale per complicità nel genocidio di Gaza

L'Istituto internazionale di ricerca sulla pace di Ginevra (GIPRI) ha presentato la settimana scorsa una comunicazione alla Corte penale...

Mitsubishi dovrà pagare per l’inquinamento da PFAS provocato in Veneto

Il Tar del Veneto si è pronunciato ieri sulla grave contaminazione da Pfas nelle province di Vicenza, Padova e...

La riattivazione dei fondi all’UNRWA da parte del governo italiano è una farsa

Il ministro degli Esteri italiano, Antonio Tajani, ha comunicato che il governo ha disposto la riattivazione dei fondi destinati...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI