domenica 29 Gennaio 2023

Putin ordina tregua temporanea, accuse reciproche tra Mosca e Kiev

Il presidente russo Vladimir Putin ha ordinato un cessate il fuoco temporaneo dei combattimenti in Ucraina, in occasione del Natale ortodosso che cade il sette gennaio: la tregua durerà 36 ore in tutto, da mezzogiorno di oggi (le 10 in Italia) fino alla mezzanotte di domani per permettere agli ucraini di celebrare il Natale. Kiev non ha accettato la tregua, ribadendo che questa potrà esserci solo quando i russi si ritireranno, e il presidente Usa Joe Biden ha affermato che si tratta solo di un tentativo di Mosca di guadagnare “un po’ di ossigeno” per ovviare alle difficoltà delle sue truppe sul terreno. Oggi Kiev ha accusato Mosca di non rispettare la tregua natalizia annunciata, in quanto le forze russe avrebbero colpito la città di Kramatorsk nell’est dell’Ucraina. Mosca però ha respinto le accuse, sostenendo che è l’esercito ucraino a continuare gli attacchi contro le posizioni russe.

Ultime notizie

L’emergenza invisibile delle carceri italiane ha radici profonde

Un argomento sottovalutato e spesso trascurato nel dibattito pubblico, dai media e dalla politica è quello del sistema carcerario...

Annegati dopo l’intervento della polizia: Padova chiede la verità

Il 10 gennaio scorso Oussama Ben Rebha, tunisino di 23 anni, è morto annegato nelle acque del Brenta, a...

La creatività delle intelligenze artificiali finisce in tribunale

Nel rendere facilmente accessibile il proprio generatore di immagini, l’azienda OpenAI ha portato avanti una strategia di marketing dal...

Barbecue e pettegolezzo, comicità e potere

Vorrei iniziare con una curiosità: barbecue e pettegolezzo sono parole con qualche comunanza di significato. Barbecue è termine francese che...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI