giovedì 13 Giugno 2024

I sindacati contro la manovra: indetti scioperi in 11 regioni

È previsto per la giornata di oggi uno sciopero indetto da CIGL e UIL in 11 regioni che colpirà tutti i settori, dai trasporti alla sanità alle banche. Manifestazioni e scioperi sono promossi dalle due sigle sindacali e organizzati a livello regionale «per cambiare una manovra sbagliata e contro il lavoro, per rivendicare una manovra più giusta per le persone e più utile per il Paese». I sindacati chiedono di aumentare i salari detassando gli aumenti dei contratti nazionali, portando la decontribuzione al 5% per i salari fino a 35.000 euro. La CISL, invece, conferma, attraverso il suo segretario generale, la contrarietà allo sciopero. A Roma, l’azienda dei trasporti Atac ha comunicato che lo sciopero coinvolgerà l’intera rete tra le 20.00 e mezzanotte, mentre a Milano il personale Atm sciopererà tra le 18 e le 22. Sempre in Lombardia dalle ore 09.00 alle ore 13.00 è indetto anche uno sciopero del personale Trenord.

 

Ultime notizie

Ricostruzione dell’Ucraina: a Berlino 500 aziende occidentali si spartiscono la torta

Si è conclusa il 12 giugno l'Ukraine Recovery Conference (URC2024), svoltasi all'insegna del motto «Uniti in difesa. Uniti nella...

L’Irlanda è il primo Paese a garantire il diritto di voto ai senzatetto

Venerdì 7 gennaio, le elezioni europee e locali in Irlanda si sono arricchite di circa 14.000 potenziali nuovi votanti:...

Le gomme da masticare con xilitolo potrebbero causare coaguli di sangue

Secondo uno studio prodotto da un team di scienziati del dipartimento Cardiovascular & Metabolic Sciences del Lerner Research Institute,...

La crisi ecologica finisce sempre più spesso in tribunale: oltre 3mila contenziosi aperti

Dalle aule di tribunale in fermento dell'Europa agli angoli più remoti dell'Amazzonia, un'ondata globale di battaglie legali sta mettendo...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI