mercoledì 21 Febbraio 2024

Un fine settimana di manifestazioni contro la guerra in tutta Italia

Ieri, a Roma, in tantissimi hanno aderito alla manifestazione Europe for Peace indetta da oltre 500 associazioni. Si parla di centomila partecipanti, secondo gli organizzatori, mentre le forze dell’ordine parlano di 40mila aderenti. La richiesta è una: lo stop alle armi. “L’Italia, l’Unione Europea e le Nazioni Unite si assumano le responsabilità di un negoziato”.

Contemporaneamente a Milano cinquemila persone sono scese in piazza all’evento indetto dal Terzo Polo “contro l’aggressione russa” e a favore delle sanzioni europee.

Sempre ieri a Torino, in via Garibaldi, il presidio “contro la guerra” è stato molto critico nei confronti di chi prevede la guerra come occasione per trarne profitto e come unica ragionevole soluzione.

A Napoli, infine, più di diecimila persone hanno aderito all’evento ribattezzato “Insorgiamo”. Pace (stop alle armi), lavoro, giustizia sociale e climatica sono state le parole chiave della manifestazione.

Ultime notizie

Il decreto Caivano sta riempiendo di nuovi detenuti le carceri minorili

Dopo le vicende di cronaca aventi come oggetto gli stupri di due bambine nel comune di Caivano (Napoli), il...

La Lombardia progetta di introdurre una tessera a punti sanitaria

La Regione Lombardia sta pensando di istituire una tessera sanitaria a punti di tipo premiale per incentivare le persone...

Le grandi aziende sono già partite alla conquista delle concessioni balneari

Grazie alla direttiva europea Bolkestein che impone la liberalizzazione del settore balneare e anche all'inerzia del governo Meloni, le...

Cosa mettono in prima pagina i giornali di oggi pur di non parlare di Assange

Se foste uno dei quotidiani più venduti in Italia e aveste a disposizione non uno, ma ben due corrispondenti...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI