sabato 10 Dicembre 2022

Ansaldo: i lavoratori occupano l’aeroporto di Genova

I lavoratori di Ansaldo Energia hanno occupato l’aeroporto di Genova, bloccando la zona d’ingresso degli imbarchi e rendendolo non operativo. “Non vi faremo chiudere Ansaldo Energia” recitava lo striscione che apriva il corteo. La protesta si è svolta pacificamente, ad eccezione di alcuni brevi momenti di tensione avvenuti tra manifestanti e polizia, all’esterno dello scalo.

Tuttavia, il governatore ligure Giovanni Toti e il sindaco di Genova Marco Bucci hanno commentato così il blocco aeroportuale: “Nessuna vertenza sindacale legittima azioni di teppismo che danneggiano altri lavoratori e tutti i cittadini di Genova. I propri diritti non si difendono calpestando i diritti di altri. Spiace che nonostante il totale appoggio, comunicato stamani da Regione e Comune alle delegazioni sindacali e le rassicurazioni fornite per quanto possibile, si sia scelta la strada delle occupazioni illegali e delle interruzioni dei servizi pubblici”.

Ultime notizie

Dopo 30 anni il Regno Unito torna ad aprire le centrali a carbone

Il governo britannico ha approvato il progetto di una nuova miniera di carbone a Whitehaven, nel nord est dell'Inghilterra,...

Come la dieta quotidiana può aiutare a prevenire demenza e Alzheimer

Cominciamo col dare subito una buona notizia: è stato dimostrato che le probabilità di sviluppare una demenza diminuiscono se...

La RAI mostra le immagini dei bombardamenti ucraini su Donetsk spacciandoli per russi

«È l’ennesima strage di civili quella del mercato di Kurakhove nel Donetsk, ci sono 8 morti e almeno 5...

L’altro Mondiale: cronache assurde da Qatar ’22 (terza puntata)

Benvenute e benvenuti alla terza puntata di: L'altro Mondiale, che questa volta è abbastanza puntuale, quasi quanto le indagini...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI