venerdì 2 Dicembre 2022

Continua escalation in Asia: Corea del Nord lancia altri due missili

La Corea del Nord nella notte ha lanciato altri due missili verso il Mar del Giappone a 48 ore di distanza dall’ultimo test: il premier giapponese Fumio Kishida ha definito “assolutamente inaccettabile” il lancio ripetuto di missili da parte di Pyongyang che sono caduti fuori dalla zona economica esclusiva del Giappone. Il nuovo lancio di missili balistici verso il Mar del Giappone fa parte delle “giuste misure di contrasto” alle esercitazioni congiunte tra Stati Uniti e Corea del Sud che stanno “aumentando le tensioni militari” nella penisola coreana, ha dichiarato il ministero degli Esteri di Pyongyang. Quest’ultimo ha fatto riferimento anche al ritorno della portaerei americana a propulsione nucleare Uss Ronald Reagan nelle acque della penisola coreana, sostenendo che gli Usa rappresentino “una seria minaccia per la stabilità” dell’area. Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha condannato i test missilistici, affermando che sono una violazione delle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.

Ultime notizie

Mercato del carbonio, come le aziende riescono a inquinare gratis

Negli ultimi nove anni, le grandi aziende dell'UE in prima linea nel rilascio di gas serra e di sostanze...

San Francisco autorizza i robot di polizia a uccidere i sospetti

"Proteggere e servire", questo è il motto della polizia di Los Angeles che negli anni si è esteso alle...

Anche il Ghana si sgancia dal dominio del dollaro: pagherà le importazioni in oro

Il Ghana è in trattative con la Emirates National Oil Co. (ENOC) – la compagnia petrolifera di Dubai –...

Non solo glifosato: gli altri pesticidi non testati approvati in Europa

Il 30% di tutti i pesticidi autorizzati all'interno dell'Unione Europea è approvato "per estensione", ovverosia viene riapprovato senza una...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI