domenica 21 Luglio 2024

L’Ue approva l’ottavo pacchetto di sanzioni contro la Russia

I 27 Paesi dell’Unione hanno varato l’ottavo pacchetto di sanzioni contro la Russia che comprende il price cap al petrolio, oltreché il divieto di trasporto marittimo di petrolio russo verso Paesi terzi e il divieto di servizi correlati. Inoltre, sarà esteso il divieto di importazione di merci, tra cui prodotti siderurgici, pasta di legno, carta, macchinari e apparecchi, prodotti chimici, plastica e sigarette. Una terza misura inserisce il divieto di fornire servizi informatici, ingegneristici e legali a entità russe, oltre che un ulteriore divieto di esportazione di componenti tecnologiche chiave per alcuni settori strategici russi, tra cui l’aviazione. Lo si apprende da profilo Twitter della presidenza ceca, che ha annunciato l’accordo raggiunto in fase di Coreper 2 (comitato dei rappresentanti permanenti dei governi Ue). Il nuovo pacchetto di sanzioni dovrebbe entrare in vigore entro questa settimana, quando sarà formalmente approvato per iscritto dagli Stati membri.

Ultime notizie

Perché i media parlano solo di alcune guerre

A partire dal febbraio 2022 la guerra è tornata prepotentemente a occupare la nostra quotidianità. Prima con il conflitto...

Rapporto Consob: i cittadini italiani hanno pagato il record di profitti delle banche

Banche e assicurazioni hanno registrato un record di extraprofitti nel 2023 grazie all’impennata di mutui e polizze: è quanto...

Il Regno Unito ha approvato la vendita del primo prodotto a base di carne coltivata

Il Regno Unito è diventato il primo Paese ad autorizzare la vendita di un prodotto a base di carne...

Abiti in volo e spiagge di rifiuti tessili: l’estate delle multinazionali Fast-Fashion

Mentre gli aerei prendono giornalmente il volo, carichi di abiti prodotti dall’altra parte del globo, l’ultima campagna di Vestiaire...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI