martedì 27 Settembre 2022

Haiti, proteste di massa contro l’aumento dei prezzi e la violenza

In migliaia sono scesi per le strade della capitale haitiana Port au-Prince per chiedere le dimissioni del primo ministro, Ariel Henry. La protesta è stata indetta contro l’aumento del costo della vita, la scarsità di benzina e gasolio, l’abbassamento della qualità della vita e la mancanza di misure prese per fermare le violenze di strada e i gruppi criminali. In diverse strade della capitale sono stare innalzate barricate dai cittadini in protesta. Haiti è da tempo il Paese più povero dei Caraibi e negli ultimi mesi la situazione è ulteriormente deteriorata. La violenza dei gruppi criminali e i rapimenti sono aumentati ad Haiti negli ultimi mesi, fattore a cui va aggiunta la continua instabilità polita a seguito dell’assassinio del presidente Jovenel Moise nel luglio 2021.

Ultime notizie

La Svizzera boccia l’abolizione degli allevamenti intensivi

Gli allevamenti intensivi in Svizzera sono stati approvati: il 62,9% degli elettori nel Paese ha votato a favore e...

TAR: legittimo sospendere di nuovo il medico non vaccinato a 3 mesi dall’infezione

Passati più di 3 mesi dal momento in cui è risultato positivo al Covid-19, il medico può essere nuovamente...

Satellite NASA contro asteroide: è la prima missione di difesa planetaria

All'1.45 del 27 settembre, DART, un satellite NASA di circa 19 metri, si è schiantato contro l'asteroide Dimorphos (163...

Le reazioni di mercati e governi esteri alla vittoria di Giorgia Meloni

Dopo la vittoria alle elezioni politiche del centrodestra, trainato dal partito di Giorgia Meloni, Fratelli d’Italia, non si sono...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI