domenica 29 Gennaio 2023

Suicidio assistito: Cappato si autodenuncia alle forze dell’ordine

Marco Cappato, tesoriere dell’Associazione Luca Coscioni, si è recato questa mattina in caserma, a Milano, per autodenunciarsi per il reato di aiuto al suicidio dopo aver accompagnato in Svizzera Elena, 69enne di origini venete malata oncologica terminale, affinché potesse accedere al suicidio assistito. Nel 2017 Cappato aveva già accompagnato Fabio Antoniani – in arte dj Fabo – in Svizzera per il medesimo motivo: tuttavia, il caso di Elena è diverso in quanto la donna non era tenuta in vita da “trattamenti di sostegno vitale”. Cappato, che rischia fino a 12 anni di carcere, si è detto pronto a ripetere un’azione del genere: “C’è una discriminazione insopportabile tra malati che sono attaccati alla macchine e quelli che non lo sono” ha dichiarato.

Ultime notizie

L’imbarazzante tentativo mediatico di riscrivere la liberazione di Auschwitz

Il tentativo di riscrivere la storia è uno dei principali “ingredienti” della propaganda, uno strumento imprescindibile soprattutto in tempo...

Quello che c’è da sapere realmente sulla data di scadenza dei cibi

Molti studi recenti hanno messo in correlazione lo spreco alimentare con la data di scadenza degli alimenti. Tendiamo infatti...

L’emergenza invisibile delle carceri italiane ha radici profonde

Un argomento sottovalutato e spesso trascurato nel dibattito pubblico, dai media e dalla politica è quello del sistema carcerario...

Annegati dopo l’intervento della polizia: Padova chiede la verità

Il 10 gennaio scorso Oussama Ben Rebha, tunisino di 23 anni, è morto annegato nelle acque del Brenta, a...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI