venerdì 12 Agosto 2022

Suicidio assistito: Cappato si autodenuncia alle forze dell’ordine

Marco Cappato, tesoriere dell’Associazione Luca Coscioni, si è recato questa mattina in caserma, a Milano, per autodenunciarsi per il reato di aiuto al suicidio dopo aver accompagnato in Svizzera Elena, 69enne di origini venete malata oncologica terminale, affinché potesse accedere al suicidio assistito. Nel 2017 Cappato aveva già accompagnato Fabio Antoniani – in arte dj Fabo – in Svizzera per il medesimo motivo: tuttavia, il caso di Elena è diverso in quanto la donna non era tenuta in vita da “trattamenti di sostegno vitale”. Cappato, che rischia fino a 12 anni di carcere, si è detto pronto a ripetere un’azione del genere: “C’è una discriminazione insopportabile tra malati che sono attaccati alla macchine e quelli che non lo sono” ha dichiarato.

Ultime notizie

La guerra tra Mosca e Kiev sta mettendo a rischio una centrale nucleare

Dalla scorsa settimana proseguono i bombardamenti ucraini intorno alla centrale nucleare di Zaporizhzhia: si tratta della più grande centrale...

Resistere al caro energia e alle multinazionali

ENI ha annunciato trionfalmente di aver superato i 7 miliardi di utili solo nel primo semestre 2022, con un...

Covid, nuovo studio: dopo il vaccino la protezione piena per i giovani dura 27 giorni

Uno studio pubblicato sulla rivista scientifica The Lancet, ha valutato l’associazione tra il tempo trascorso dalla doppia vaccinazione (Pfizer-Biontech)...

Nei campi del Salento, tra gli ulivi mangiati dalla Xylella

Ad ogni passo il terreno sembra sbriciolarsi sotto ai piedi e il naso mi si riempie di un odore...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI