domenica 29 Gennaio 2023

Draghi in visita da Erdogan: focus su Ucraina, grano e migranti

Il premier italiano Mario Draghi si recherà oggi in visita dal presidente turco Erdogan, insieme ai ministri Di Maio, Guerini, Lamorgese, Giorgetti e Cingolani, per rilanciare la cooperazione bilaterale tra i due Paesi e siglare accordi e protocolli d’intesa in materia di Affari esteri e Difesa e sostegno alle piccole e grandi imprese. Focus dei colloqui saranno le conseguenze del conflitto in Ucraina, in particolare sulla crisi alimentare, la crisi in Libia e la questione migranti, in seguito all’aumento nel 2021 dei soggetti provenienti dalla Turchia ed entrati irregolarmente in Italia. La Turchia rappresenta anche un importante partner economico ed energetico per l’Italia: il gasdotto Tanap rappresenta infatti la terza fonte di approvvigionamento di gas per l’Italia, dopo Algeria e Russia.

Ultime notizie

L’imbarazzante tentativo mediatico di riscrivere la liberazione di Auschwitz

Il tentativo di riscrivere la storia è uno dei principali “ingredienti” della propaganda, uno strumento imprescindibile soprattutto in tempo...

Quello che c’è da sapere realmente sulla data di scadenza dei cibi

Molti studi recenti hanno messo in correlazione lo spreco alimentare con la data di scadenza degli alimenti. Tendiamo infatti...

L’emergenza invisibile delle carceri italiane ha radici profonde

Un argomento sottovalutato e spesso trascurato nel dibattito pubblico, dai media e dalla politica è quello del sistema carcerario...

Annegati dopo l’intervento della polizia: Padova chiede la verità

Il 10 gennaio scorso Oussama Ben Rebha, tunisino di 23 anni, è morto annegato nelle acque del Brenta, a...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI