sabato 25 Giugno 2022

Il parlamento ucraino ha messo al bando ogni forma di cultura russa

Ieri il parlamento dell’Ucraina ha approvato due leggi che impongono nuovi e severi limiti alla circolazione di libri e musica russi. Entrambe le leggi sono state approvate da una larga maggioranza e sono ora solo in attesa della firma del presidente Volodymyr Zelensky. Con la conferma della prima legge, diventerà impossibile per i cittadini russi stampare libri in Ucraina e l’importazione di libri da Russia, Bielorussia e dai territori dell’Ucraina occupati sarà totalmente vietata. Allo stesso tempo, l’importazione di libri in lingua russa dall’estero sarà soggetta a speciali autorizzazioni. La seconda legge, invece, vieta la trasmissione di musica realizzata da cittadini russi sui media e sul trasporto pubblico del territorio ucraino.

Ultime notizie

Quanti follower servono di preciso per ottenere la cittadinanza?

La risposta è: 142 milioni e 600 mila. Tanti ne ha Khaby Lame, star del social TikTok, sulla quale...

La telepatia buona è quella del partito

Si annuncia uno strepitoso futuro, dove sarà possibile il contatto wireless tra macchina e cervello umano. Tu pensi una...

La verità sull’OMS raccontata dal suo ex capo ricercatore: intervista a Francesco Zambon

Francesco Zambon era a capo dei ricercatori dell’Organizzazione Mondiale della Sanità che scrissero un rapporto sulla gestione della prima...

Il XIV vertice dei BRICS annuncia l’intenzione di ridefinire l’ordine mondiale

Riformare la governance globale, elaborare un sistema di pagamento alternativo allo Swift, creare una nuova valuta di riferimento internazionale:...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI