venerdì 7 Ottobre 2022

Russia: vietato ingresso nel territorio a premier giapponese Kishida

La Russia ha deciso di vietare l’ingresso nel suo territorio a 63 cittadini giapponesi: tra questi, il primo ministro del Giappone Fumio Kishida oltre che il ministro degli Esteri Yoshimasa Hayashi e il ministro della Difesa Nobuo Kishi. A renderlo noto è stato proprio il ministero degli Esteri russo, il quale tramite una nota ha fatto sapere che la decisione di “vietare a tempo indeterminato l’ingresso nella Federazione Russa” a tali soggetti è stata presa poiché “l’amministrazione di Fumio Kisida ha lanciato una campagna anti-russa senza precedenti” sostenuta, tra l’altro, da “personaggi pubblici, esperti e rappresentanti dei media del Giappone”. È per questo, dunque, che all’interno della lista degli individui sanzionati compaiono anche direttori di media giapponesi, giornalisti, membri della comunità accademica e numerosi parlamentari giapponesi.

Ultime notizie

“Posso consacrare armi, ma non amore vero”: don Mignani sospeso perché benedice i gay

Sospeso a divinis dal Ministero della Curia Vescovile di La Spezia il sacerdote don Giulio Mignani, per avere adottato...

Moody’s avvisa l’Italia: “Probabilmente vi declasseremo, ma con le riforme forse no”

L’agenzia di valutazione Moody’s, in un report di recente pubblicazione, è tornata ad avvertire l’Italia sul rischio di declassamento...

L’Italia invia altre armi all’Ucraina, senza voto parlamentare

Sono emerse le prime indiscrezioni riguardo la tipologia di armi inviate all'Ucraina dall'Italia, dopo che due giorni fa il...

Come leggere le etichette dei cibi: poche regole, ma buone

Senza un minimo di preparazione, fare la spesa assomiglia a un gioco d’azzardo in cui le probabilità di mettere...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI