sabato 20 Luglio 2024

Corno d’Africa, Unicef: 10 milioni di bambini affrontano grave siccità

“Il numero di bambini che sta affrontando una grave siccità nel Corno d’Africa è aumentato di oltre il 40% nel giro di due mesi”: è quanto comunicato tramite una nota dal Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia (Unicef), il quale specifica che “tra febbraio e aprile il numero di bambini che stanno facendo i conti con l’impatto della siccità – tra cui fame acuta, malnutrizione e sete – è aumentato da 7,25 milioni ad almeno 10 milioni”. “Più di 1,7 milioni di bambini in Etiopia, Kenya e Somalia hanno bisogno di trattamenti urgenti contro la malnutrizione acuta grave”, si legge inoltre all’interno della nota, nella quale viene specificato che “se le piogge non saranno sufficienti nelle prossime settimane, questa cifra salirà a 2 milioni”. «Se non agiamo ora, vedremo tanti bambini morire nel giro di poche settimane», ha affermato Mohamed M. Fall, Direttore regionale dell’Unicef per l’Africa orientale e meridionale.

Ultime notizie

Il Regno Unito ha approvato la vendita del primo prodotto a base di carne coltivata

Il Regno Unito è diventato il primo Paese ad autorizzare la vendita di un prodotto a base di carne...

Abiti in volo e spiagge di rifiuti tessili: l’estate delle multinazionali Fast-Fashion

Mentre gli aerei prendono giornalmente il volo, carichi di abiti prodotti dall’altra parte del globo, l’ultima campagna di Vestiaire...

Le Olimpiadi del controllo digitalizzato: a Parigi da ieri si entra solo col QR Code

Dal 19 luglio e fino all'11 agosto, giorno in cui si chiuderanno i Giochi Olimpici, per poter circolare nel...

“Il 7 ottobre tra verità e propaganda”: il libro che indaga la verità sugli attacchi di Hamas

Roberto Iannuzzi è un analista di politica internazionale, già ricercatore presso l’UNIMED (Unione delle Università del Mediterraneo). Il suo...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI