lunedì 23 Maggio 2022

Ecuador, rivolta in carcere provoca 20 morti

Domenica 3 aprile si è verificata in Ecuador una rivolta all’interno del carcere di Turi, nella provincia di Cuenca. Oggi il ministro dell’Interno del Paese, Patricio Carrillo, ha reso noto durante una conferenza stampa che il bilancio provvisorio è di venti morti e dieci feriti, con le forze di sicurezza che non hanno ancora ripreso del tutto il controllo della prigione. Carrillo ha poi negato che gli incidenti siano stati provocati dal sovraffollamento dell’istituto, avanzando invece l’ipotesi dell’esistenza di «un gruppo dedito al narcotraffico, identificato come Los Lobos, che sta cercando di assumere il controllo di tutto il centro di reclusione a scapito di gruppi più piccoli».

Ultime notizie

Il Consiglio d’Europa si muove contro l’estradizione di Assange

L'estradizione negli Stati Uniti di Julian Assange non dovrebbe essere autorizzata a causa dell'impatto che tale decisione avrebbe sui...

Truppe, armi e basi americane in Italia: una mappa difficile da ricostruire

In occasione del recente viaggio del presidente del Consiglio, Mario Draghi, negli Stati Uniti, tra le varie personalità incontrate...

Recensioni indipendenti: Tekoşer, il partigiano Orso (documentario)

Un documentario biografico di 41 minuti, diretto e montato da Dario Salvetti, esponente del Collettivo Di Fabbrica - Lavoratori...

Se la crème dei giornalisti appartiene ad una élite economica e sociale

Per chi non viene da situazioni privilegiate, l’accesso al mondo del giornalismo di livello elevato è difficile. Secondo uno...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI