venerdì 20 Maggio 2022

Guerra Ucraina, allarme Cgia: Italia a rischio stagflazione

Il pericolo che la nostra economia stia scivolando verso la stagflazione – uno stato di stagnazione economica affiancato da una elevata inflazione che produce un aumento del tasso di disoccupazione – è molto elevato: a lanciare l’allarme è l’Ufficio studi della Cgia (Associazione artigiani e piccole imprese di Mestre), il quale precisa che, seppur il rischio non sia immediato, tale quadro economico potrebbe facilmente verificarsi in Italia. “Il trend sembra essere segnato”, afferma infatti la Cgia, sottolineando che “gli effetti della guerra in Ucraina” nonchè “le difficoltà legate alla post-pandemia” rischiano “di spingere nel medio periodo l’economia verso una crescita pari a zero, con una inflazione che si avvierebbe a sfiorare le due cifre”: uno scenario che, conclude la Cgia, potrebbe “rendere pressoché inefficaci persino i 235 miliardi di euro di investimenti previsti nei prossimi anni dal PNRR”.

Ultime notizie

Caccia, le associazioni denunciano: Cingolani vuole prolungare il periodo di attività

"Con un'azione che ha dell’incredibile, il Ministro Cingolani ha scritto al Commissario europeo per l’Ambiente Sinkevičius una nota per...

Tra filantropia e interessi politici: il fallimento del progetto COVAX

Sin da prima che i vaccini contro il Covid fossero scoperti e prodotti, il leit-motiv di governi e istituzioni in...

I super ricchi, il transumanesimo e il sogno dell’immortalità

I super ricchi del pianeta oggi non sono più solo “semplici” privati che hanno accumulato grandi capitali con l'obiettivo...

UE, le rinnovabili diventano impianti di interesse pubblico prioritario: che significa?

Nelle scorse ore la Commissione europea ha presentato ufficialmente il piano RePowerEu, con l'obiettivo dichiarato di "rendere l’Europa indipendente...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI