mercoledì 18 Maggio 2022

Birmania, forze di sicurezza bruciano case degli oppositori

Le forze di sicurezza del governo birmano hanno dato alle fiamme centinaia di abitazioni nei villaggi nella regione del Sagaing, a nord-ovest del Paese, costringendo all fuga migliaia di militanti della resistenza. Centinaia di persone sarebbero poi state arrestate per aver partecipato ad una forma di resistenza silenziosa, con la chiusura di decine di negozi nel giorno dell’anniversario del golpe militare. Secondo quanto riportato dall’Ansa, in una trasmissione di Stato andata in onda giovedì sera il governo avrebbe accusato gli oppositori di aver dato fuoco alle abitazioni, definendoli dei “terroristi”.

Ultime notizie

Merendine ai bambini: cosa acquistare e cosa preparare a casa?

C’è una campanella che spesso fa paura ai genitori: quella della ricreazione. Tra preparativi, grembiuli e zainetto, non bisogna...

Irlanda, il Paese dove si arena la protezione dei nostri dati

Il General Data Protection Regulation (GDPR) dell’Unione Europea è entrato in azione il 28 maggio 2018 e avrebbe dovuto...

Sentenza: la sospensione degli insegnanti non vaccinati è da considerarsi illegittima

"Le domande delle parti ricorrenti che avevano quale presupposto la dichiarazione di illegittimità dei provvedimenti di sospensione impugnati, in...

Le elezioni scuotono il Libano: Hezbollah perde la maggioranza

Secondo i risultati ufficiali delle elezioni parlamentari che si sono tenute domenica 15 maggio in Libano, il gruppo sciita...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI