venerdì 20 Maggio 2022

USA, giudice annulla vendita concessioni petrolifere per effetti climatici

Negli Stati Uniti un giudice federale ha annullato la vendita dei contratti di locazione di 37,4 milioni di ettari nel Golfo del Messico, resi disponibili dall’amministrazione Biden per l’estrazione di petrolio e gas. I contratti, che non avevano ancora il permesso di entrare in vigore, sono stati venduti nel novembre scorso, nella più grande vendita di contratti off-shore per l’estrazione di combustibili fossili nella storia degli USA. Nella sentenza il giudice ha criticato l’amministrazione statunitense per i gravi errori commessi nel determinare l’impatto ambientale delle estrazioni e per non considerare nella propria analisi di emissioni di gas serra anche il consumo estero.

Ultime notizie

Caccia, le associazioni denunciano: Cingolani vuole prolungare il periodo di attività

"Con un'azione che ha dell’incredibile, il Ministro Cingolani ha scritto al Commissario europeo per l’Ambiente Sinkevičius una nota per...

Tra filantropia e interessi politici: il fallimento del progetto COVAX

Sin da prima che i vaccini contro il Covid fossero scoperti e prodotti, il leit-motiv di governi e istituzioni in...

I super ricchi, il transumanesimo e il sogno dell’immortalità

I super ricchi del pianeta oggi non sono più solo “semplici” privati che hanno accumulato grandi capitali con l'obiettivo...

UE, le rinnovabili diventano impianti di interesse pubblico prioritario: che significa?

Nelle scorse ore la Commissione europea ha presentato ufficialmente il piano RePowerEu, con l'obiettivo dichiarato di "rendere l’Europa indipendente...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI