lunedì 23 Maggio 2022

Svezia, no a vaccino sotto i 12 anni: benefici non superano rischi

La Svezia ha deciso di non raccomandare i vaccini anti Covid per i bambini rientranti nella fascia di età tra i 5 e gli 11 anni: a riportarlo è l’agenzia di stampa Reuters, secondo la quale l’Agenzia sanitaria avrebbe comunicato oggi tale scelta, che si baserebbe sul fatto che i benefici non sarebbero superiori ai rischi. Britta Bjorkholm, funzionaria dell’Agenzia sanitaria, avrebbe infatti affermato in una conferenza stampa che in base alle informazioni attualmente a disposizioni non vi sarebbe «alcun chiaro vantaggio» nel vaccinare i bambini, aggiungendo tuttavia che la decisione potrebbe comunque essere rivista qualora la ricerca dovesse produrre nuove evidenze o se dovesse emergere una nuova variante in grado di rivoluzionare la pandemia. Situazione diversa invece per i bambini ad alto rischio, che possono già ricevere il vaccino.

Ultime notizie

Il Consiglio d’Europa si muove contro l’estradizione di Assange

L'estradizione negli Stati Uniti di Julian Assange non dovrebbe essere autorizzata a causa dell'impatto che tale decisione avrebbe sui...

Truppe, armi e basi americane in Italia: una mappa difficile da ricostruire

In occasione del recente viaggio del presidente del Consiglio, Mario Draghi, negli Stati Uniti, tra le varie personalità incontrate...

Recensioni indipendenti: Tekoşer, il partigiano Orso (documentario)

Un documentario biografico di 41 minuti, diretto e montato da Dario Salvetti, esponente del Collettivo Di Fabbrica - Lavoratori...

Se la crème dei giornalisti appartiene ad una élite economica e sociale

Per chi non viene da situazioni privilegiate, l’accesso al mondo del giornalismo di livello elevato è difficile. Secondo uno...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI