venerdì 7 Ottobre 2022

Libia, con rinvio elezioni rischio nuovo conflitto

Un rapporto del centro americano Carnegie Middle East Center sostiene che il rinvio delle elezioni presidenziali in Libia, inizialmente fissate per il 24 dicembre 2021, costituisca un’occasione per le milizie di usare la forza per fare pressioni sul Governo di Unità Nazionale (GNU). L’altissima frammentazione della scena politica costituisce un fattore di rischio preponderante: da una parte vi sono figure politiche di spicco e fortemente in opposizione, dall’altra sul territorio è presente una moltitudine di milizie e gruppi armati influenzati da potenze straniere come Russia, Turchia, Emirati Arabi ed Egitto. Il rischio, sostiene il rapporto, è che nel 2022 scoppi un nuovo conflitto, scatenato dagli interessi contrastanti di questa moltitudine di fazioni.

Ultime notizie

Aviaria, 48 milioni di volatili abbattuti dimostrano l’insostenibilità degli allevamenti intensivi

Lontano dai riflettori c'è una epidemia che sta colpendo in numeri mai registrati, è quella del virus dell'aviaria che...

La Colombia tenta la strada della pace con i guerriglieri dell’ELN

Con una stretta di mano Antonio Garcia, rappresentate dell'Ejército de Liberación Nacional (Esercito di Liberazione Nazionale - ELN), e...

Intelligence USA: a uccidere Darya Dugina è stato il governo ucraino

Dietro all’attentato del 20 agosto scorso che ha portato alla morte di Darya Dugina, figlia del filosofo russo Aleksandr...

La siccità spinge il Kenya a cedere alle colture OGM

A causa della peggiore siccità degli ultimi 40 anni, il Kenya si è trovato costretto a revocare il divieto...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI