giovedì 1 Dicembre 2022

Caso Sea Watch, Carola Rackete prosciolta da tutte le accuse

È stata prosciolta da tutte le accuse Carola Rackete, la comandante della nave della ong tedesca Sea Watch. Nel giugno del 2019 Rackete era stata arrestata per aver ignorato il divieto imposto dall’allora ministro Salvini e aver fatto sbarcare i 53 migranti soccorsi in mare, che da giorni si trovavano a bordo della nave in condizioni disperate. “Ha agito nell’adempimento del dovere di salvataggio previsto dal diritto nazionale e internazionale del mare” ha affermato la gip di Agrigento Micaela Raimondo, riconoscendo l’impossibilità per Rackete di sbarcare a Tripoli in quanto “porto non sicuro” e aggiungendo l’inesistenza di elementi che, al contario di quanto aveva affermato l’allora governo Lega-M5S, potessero far ritenere lo sbarco “non inoffensivo”.

Ultime notizie

Il Qatar è già campione del mondo dello sfruttamento

Il mondiale è appena iniziato ma i suoi preparativi vanno avanti incessantemente dal 2020, quando il Qatar si è...

Lockdown: ora Trudeau e Bassetti difendono le proteste in Cina (sconfessandosi da soli)

«Tutti in Cina dovrebbero essere autorizzati a protestare. Continueremo ad assicurarci che la Cina sappia che sosterremo i diritti...

L’altro Mondiale: cronache, aneddoti e assurdità da Qatar ’22

Benvenute e benvenuti alla seconda puntata de l'altro mondiale, scusate il ritardo, ma le cose serie hanno preso il...

Il governo stanzia altri 400 milioni per le Olimpiadi 2026, quelle a “costo zero”

I XXV Giochi olimpici e paralimpici invernali si terranno dal 6 al 22 febbraio 2026 a Milano e Cortina...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI