domenica 28 Novembre 2021

Usa, Facebook patteggia con autorità: 14,3 mln per discriminazioni sul lavoro

Dopo che le autorità statunitensi hanno accusato Facebook di aver riservato illegalmente posti ai lavoratori immigrati invece di attingere dalla forza lavoro americana, l’azienda ha optato per il patteggiamento. Quest’ultimo ha ad oggetto il pagamento di 14,3 milioni di dollari: 4,75 milioni andranno al governo, mentre fino a 9,5 milioni saranno destinati alle vittime della presunta discriminazione.

Ultime notizie

“Non opprimeremo i palestinesi”: i giovani israeliani che rifiutano il servizio militare

Shahar Perets ed Eran Aviv sono due giovani israeliani di 19 anni e da mesi rifiutano di arruolarsi tra...

Non solo CO2: i “dimenticati” della crisi ambientale

Volendo risalire alle cause del riscaldamento globale, o del più ampio cambiamento climatico, ormai sappiamo bene su chi puntare...

L’analfabeta e il poeta

Forse aveva ragione Hans M. Enzensberger quando affermava nell’Elogio dell’analfabetismo (1988) che “sono stati gli analfabeti a inventare la...

Femminicidi e revenge porn in Italia continuano ad aumentare

I reati di femminicidio e revenge porn sono in aumento in Italia. Stando ai dati riportati dal Viminale, su...