domenica 28 Novembre 2021

Birmania, oltre 5000 detenuti rilasciati

La giunta birmana rilascerà 5636 detenuti che erano stati incarcerati per aver protestato contro il colpo di stato che, a febbraio, aveva deposto il governo civile. La decisione è giunta dopo che L’Associazione delle Nazioni del Sud-Est Asiatico (ASEAN) ha deciso di escludere l’attuale primo ministro birmano Min Aung Hlaing da un summit che si terrà dal 26 al 28 ottobre. Il governo di Min Aung Hlaing giustificò il colpo di stato accusando il partito di Aung San Suu Kyi di brogli elettorali (mai dimostrati). Nelle carceri birmane sono rinchiusi ancora 7300 prigionieri politici tra i quali il giornalista statunitense Danny Foster.

Ultime notizie

“Non opprimeremo i palestinesi”: i giovani israeliani che rifiutano il servizio militare

Shahar Perets ed Eran Aviv sono due giovani israeliani di 19 anni e da mesi rifiutano di arruolarsi tra...

Non solo CO2: i “dimenticati” della crisi ambientale

Volendo risalire alle cause del riscaldamento globale, o del più ampio cambiamento climatico, ormai sappiamo bene su chi puntare...

L’analfabeta e il poeta

Forse aveva ragione Hans M. Enzensberger quando affermava nell’Elogio dell’analfabetismo (1988) che “sono stati gli analfabeti a inventare la...

Femminicidi e revenge porn in Italia continuano ad aumentare

I reati di femminicidio e revenge porn sono in aumento in Italia. Stando ai dati riportati dal Viminale, su...