venerdì 9 Dicembre 2022

Puigdemont, Tribunale supremo spagnolo chiede all’Italia l’arresto degli ex-consiglieri

Il giudice del Tribunale supremo spagnolo Pablo Llarena chiede al Tribunale di Sassari di arrestare Toni Comìn e Clara Ponsatì, consiglieri dell’ex leader catalano indipendentista Puigdemont. I due si trovano in Sardegna per accompagnare Puigdemont all’appuntamento con il Tribunale di Sassari, in seguito al suo arresto ad Alghero. Entrambe sono eurodeputati il cui diritto di immunità è stato sospeso, come quello di Puigdemont. Giovedì scorso Llarena aveva chiesto all’Italia l’immediata restituzione del leader indipendentista, affinché fosse giudicato in Spagna. Le accuse rivolte all’ex leader catalano sono di sedizione e malversazione di fondi pubblici in occasione del referendum per l’indipendenza della Catalogna del 2017.

Ultime notizie

L’altra verità su Libia e ONG del mare: intervista a Michelangelo Severgnini

In un eterno dibattito tra porti chiusi e aperti, diritto ad essere salvati e difesa dei confini la prospettiva...

Butac contro L’Indipendente: quando gli “sbufalatori” dovrebbero cambiare mestiere

Nei giorni scorsi Butac, uno dei tanti siti autonominatisi "cacciatori di bufale" presenti sul web, ha pubblicato un contenuto...

Cop15: perché gli indigeni si schierano contro le aree protette

Nella città di Montreal, in Canada, ha preso il via il la quindicesima Conferenza delle Parti (COP15) della Convenzione...

L’unica popolazione indigena europea continua a lottare per l’autodeterminazione

Un controverso disegno di legge sull’unica popolazione indigena riconosciuta in Europa, i sami, è stato inviato dal governo finlandese...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI