fbpx
lunedì 20 Settembre 2021

G8 Genova 2001, Strasburgo: inammissibile ricorso poliziotti scuola Diaz

La Corte europea dei dei diritti dell’uomo ha dichiarato inammissibili i ricorsi presentati da alcuni poliziotti condannati per l’irruzione e il pestaggio dei manifestanti che dormivano alla scuola Diaz durante il G8 di Genova la sera del 21 luglio 2001. Secondo la Corte non è emersa nessuna violazione dei diritti degli agenti condannati, che hanno avuto un processo equo. I ricorsi sono stati giudicati “manifestamente infondati”. Non è la prima volta che la Corte interviene sui pestaggi avvenuti alla scuola Diaz. Nel 2015 condannò lo Stato italiano al risarcimento di un manifestante, evidenziando come durante l’operazione fossero avvenuti eventi contrari agli articoli 3, 6 e 13 della Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali, relativo alla tortura e alle condizioni e punizioni degradanti e inumane. Il 22 giugno 2017 la stessa Corte ha nuovamente condannato l’Italia, riconoscendo che le leggi dello Stato risultano inadeguate a punire e a prevenire gli atti di tortura commessi dalle forze dell’ordine.

Ultime notizie

L’Australia usa il riconoscimento facciale per sorvegliare la quarantena

La tecnologia aiuta non poco a migliorare la vita e a semplificare alcune procedure, tuttavia ogni novità comporta insidie...

I talebani istituiscono il ministero per la “prevenzione del vizio” al posto di quello delle donne

A Kabul è stato chiuso il ministero per gli affari femminili. Al suo posto è sorto il ministero "per...

Dal Governo altri 20 milioni a radio e tv locali per “informare” sul Covid-19

Il ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti ha firmato il decreto che destina altri 20 milioni di euro in...

Per proteggere l’ambiente è ora di ripensare il commercio marittimo

Il commercio via mare non è stato abbastanza presente nell'importante dibattito sulla riduzione delle emissioni globali, motivo che ha...