mercoledì 18 Maggio 2022

Nave israeliana prende fuoco in alto mare: probabile attacco missilistico

Una nave mercantile israeliana è stata colpita da un missile nell’Oceano Indiano. La nave, battente bandiera libanese ma di proprietà del magnate israeliano Eyal Ofer, non ha riportato gravi danni e nessuno tra il personale di bordo risulta ferito. Si tratta tuttavia di un atto di guerra che chiama probabilmente in causa l’Iran. È quanto riferito al New York Times da un funzionario israeliano che ha parlato di «attacco da parte di un drone o di un commando navale iraniano», ed è anche la soluzione più probabile dato il ripetersi dei vicendevoli attacchi marittimi tra le due potenze negli ultimi mesi. Appena un mese fa una nave iraniana aveva preso fuoco in circostanza non chiarite, mentre tra febbraio e marzo lo stesso era accaduto ad almeno due navi israeliane. Nè da Teheran, né da Tel Aviv sono mai arrivati commenti ufficiali in questi mesi.

Ultime notizie

Eni ha aperto un conto per pagare il gas in rubli, ma giura di non usarlo

Con un comunicato stampa pubblicato sul proprio sito, Eni ha annunciato l’apertura di due conti correnti, uno in euro...

La Sardegna si mobilita contro le esercitazioni della NATO

Fino al 27 maggio numerose tra le spiagge naturalisticamente più pregevoli delle coste sarde saranno ostaggio delle esercitazioni militari...

In Iran l’aumento dei prezzi del cibo ha scatenato rivolte contro il governo

In tutto l'Iran si sono diffuse violente proteste per l'aumento dei prezzi degli alimenti la settimana scorsa, dopo che...

Costruire un nuovo approccio alla migrazione: intervista ad Andrea Costa

Rifiutare la narrazione convenzionale per ripartire da una basata su numeri concreti: questo il punto da cui partire, secondo...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI