fbpx
lunedì 18 Ottobre 2021

Marò: l’India chiude il caso dopo 9 anni

La Corte suprema indiana ha chiuso tutti i procedimenti contro Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, i marò italiani accusati di aver ucciso nel mese di febbraio 2012, al largo delle coste del Kerala, due pescatori imbarcati su un peschereccio indiano. Lo hanno reso noto i media di Nuova Delhi, secondo cui la Corte suprema ha considerato adeguato il risarcimento da 100 milioni di rupie (circa 1,1 milioni di euro), di cui 80 milioni andranno ai parenti delle vittime e 20 milioni al proprietario dell’imbarcazione. Già la settimana scorsa, aggiungono i media, dopo il deposito di tale risarcimento la Corte aveva deciso di chiudere tutti i procedimenti.

Ultime notizie

Francia, tribunale obbliga il governo a rispettare gli impegni sul clima

Per la prima volta nella storia, un tribunale ha obbligato uno Stato ad agire per far fronte alla crisi...

La Turchia sta usando armi chimiche contro i curdi?

In alcuni video pubblicati di recente sia da alcuni media che dagli stessi combattenti curdi (che da aprile sono...

Al porto di Trieste il “governo dei migliori” mostra il suo volto

Lacrimogeni, idranti, cariche e manganelli: questo il modo in cui questa mattina il potere pubblico ha scelto di liquidare...

Corsa agli armamenti: la Cina stupisce gli Usa con un nuovo missile ipersonico

A fine agosto la Cina ha testato un veicolo ipersonico capace grazie ai razzi Long March di circumnavigare il...