fbpx
sabato 23 Ottobre 2021

La polizia di New York ha iniziato a usare cani robot nelle “situazioni pericolose”

La polizia di New York sta utilizzando i Digidogs, dei cani robot prodotti dalla Boston Dynamics che saranno adoperati per far fronte a situazioni potenzialmente pericolose per gli agenti. Infatti, i dispositivi sono dotati di sensori, sirene, lampeggianti e telecamere e possono trasmettere ciò che stanno riprendendo agli agenti, che potranno controllare i Digidogs a distanza. Inoltre sono capaci di svolgere attività come camminare, correre ed aprire porte. Ancora non sono stati utilizzati dalle forze dell’ordine per pattugliare le strade della città, ma questa possibilità non sembra essere lontana. Per il momento, però, la polizia si avvarrà degli stessi solo in alcuni casi di pericolo, come ad esempio in occasione di un allarme bomba. A tal proposito, il Nypd (New York City Police Department) ha dichiarato tramite Twitter che la polizia “utilizza i robot dal 1970 per salvare vite in situazioni con ostaggi ed incidenti pericolosi”.

Tuttavia, sono molti coloro che nutrono dubbi a riguardo. Il primo punto critico è rappresentato dal costo dei cani robot, che hanno un prezzo di 75.000 dollari l’uno. In tal senso, la deputata Alexandria Ocasio-Cortez ha sottolineato l’incoerenza determinata dalla volontà di spendere tutti questi soldi per acquistare ed utilizzare i Digidogs in luoghi dove risiedono “comunità di colore a basso reddito”, lasciando sottintendere che potrebbero essere investiti in maniera migliore. Inoltre, c’è da considerare il fatto che, mentre attualmente i Digidogs non sono armati né dotati di intelligenza artificiale, in futuro potrebbero esserlo, ed i rischi legati al loro uso sarebbero un’infinità: dalla possibile violazione della privacy delle persone alla creazione di uno stato di sorveglianza e terrore assoluto. Per questo, un consigliere della città di New York, Ben Kallos, la scorsa settimana ha proposto il “No Killer Robots Act”, ossia il divieto di utilizzare robot armati. Infatti, questi ultimi non essendo dotati della sensibilità degli esseri umani, potrebbero usare la forza quando non necessario e teoricamente uccidere. In più, va sottolineato che tramite l’intelligenza artificiale potrebbero scansionare costantemente le facce e le auto dei cittadini, a prescindere dal fatto che gli stessi abbiano commesso qualche illecito o meno.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiano né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di “The Week” prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati