fbpx
sabato 16 Ottobre 2021

FCA denunciata per frode: prodotte milioni di mascherine difettose a spese dello Stato

“Usb, Rete Iside onlus e Osa hanno sporto denuncia alla Procura della Repubblica di Roma e alla Procura regionale del Lazio presso la Corte dei Conti, sul caso delle mascherine prodotte negli stabilimenti Fca Italy per le scuole e le aziende, non rispondenti ai parametri stabiliti dal Dpcm del 17 marzo 2020”. E’ quanto si legge in una nota che spiega come nella denuncia, presentata da Carlo Guglielmi e Arturo Salerni. Gli avvocati chiedono alla magistratura “di verificare l’esistenza del reato di frode in pubbliche forniture e più in generale di pericolo per la salute pubblica” a fronte dell’elevata produzione degli impianti Fca; pari al 70% del fabbisogno delle scuole italiane. 

La denuncia si basa sulle analisi effettuate venerdì 15 gennaio. I risultati mostrano che le mascherine pediatriche hanno un potere filtrante dell’83,53% – 86,39% e non del 98% previsto dalla norma (UNI EN 14683:2019). Quelle per adulti, invece, hanno un potere filtrante dell’89% – 90%, anziché del 98%.

L’azienda in capo alla famiglia Agnelli è stata una di quelle che, in pandemia, ha deciso di riconvertire alcune linee storiche alla produzione di mascherine. Tuttavia, hanno una capacità di filtraggio inferiore a quella necessaria a proteggere studenti e personale scolastico. Lo stesso discorso, vale per gli operai di FCA e per le aziende alle quali vengono fornite identiche mascherine, che gia da tempo avevano denunciato l’inidoneità dei dispositivi di protezione.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiano né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di “The Week” prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati