venerdì 9 Dicembre 2022

Il Parlamento israeliano si è sciolto

Il Parlamento israeliano – la Kessnet – si è sciolto martedì a mezzanotte, in quanto è scaduto il termine entro cui avrebbe dovuto approvare la nuova legge di bilancio. Israele tornerà a votare il 23 marzo, e sarà il quarto voto in due anni. L’attuale governo è una coalizione tra Likud (partito del primo ministro Benjamin Netanyahu) e Blu e Bianco (partito del ministro della Difesa Benny Gantz). Si era formato a maggio scorso, dopo che non era emersa una chiara coalizione di maggioranza durante le elezioni.

Ultime notizie

Butac contro L’Indipendente: quando gli “sbufalatori” dovrebbero cambiare mestiere

Nei giorni scorsi Butac, uno dei tanti siti autonominatisi "cacciatori di bufale" presenti sul web, ha pubblicato un contenuto...

Cop15: perché gli indigeni si schierano contro le aree protette

Nella città di Montreal, in Canada, ha preso il via il la quindicesima Conferenza delle Parti (COP15) della Convenzione...

L’unica popolazione indigena europea continua a lottare per l’autodeterminazione

Un controverso disegno di legge sull’unica popolazione indigena riconosciuta in Europa, i sami, è stato inviato dal governo finlandese...

Perù: la presidenza del socialista Castillo termina in un goffo tentativo di auto-golpe

Il presidente peruviano, Pedro Castillo, è stato destituito ieri dal suo incarico attraverso un voto di impeachment per «incapacità...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI