venerdì 9 Dicembre 2022

Iran, giustiziato il giornalista dissidente Ruhollah Zam

L’Iran ha giustiziato questa mattina uno dei volti più noti dell’opposizione, Ruhollah Zam, lo ha annunciato la televisione di stato iraniana. Zam, 42 anni, era accusato di aver fomentato le proteste popolari del 2017 e 2018 attraverso la piattaforma di notizia Amad News, diffusa attraverso Telegram. Era stato arrestato nel 2019, al ritorno in Iran dopo un periodo da rifugiato in Francia, dove era stato messo sotto protezione dal governo di Parigi. La condanna è stata eseguita tramite impiccagione.

Ultime notizie

L’altra verità su Libia e ONG del mare: intervista a Michelangelo Severgnini

In un eterno dibattito tra porti chiusi e aperti, diritto ad essere salvati e difesa dei confini la prospettiva...

Butac contro L’Indipendente: quando gli “sbufalatori” dovrebbero cambiare mestiere

Nei giorni scorsi Butac, uno dei tanti siti autonominatisi "cacciatori di bufale" presenti sul web, ha pubblicato un contenuto...

Cop15: perché gli indigeni si schierano contro le aree protette

Nella città di Montreal, in Canada, ha preso il via il la quindicesima Conferenza delle Parti (COP15) della Convenzione...

L’unica popolazione indigena europea continua a lottare per l’autodeterminazione

Un controverso disegno di legge sull’unica popolazione indigena riconosciuta in Europa, i sami, è stato inviato dal governo finlandese...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI