sabato 2 Luglio 2022

Ora ne abbiamo le prove: c’è veramente acqua sulla Luna

Un gruppo di astronomi dell’università delle Hawaii a Mānoa e dell’università del Colorado a Boulder, ha rivelato in maniera inconfondibile che c’è acqua sulla Luna. La sua possibile presenza era nota da circa dieci anni, ma senza conferma: non era stato possibile distinguere con sicurezza le molecole di H20 da quelle di altri composti. Oggi arriva anche questa prova ma non è tutto: secondo uno studio quest’acqua ghiacciata potrebbe essere molto più diffusa di quanto si pensasse, il che la renderebbe un bersaglio facile per eventuali future missioni.

I processi che possono aver prodotto l’acqua sono tanti, dallo scontro di comete e asteroidi fino a protoni portati dal vento solare che hanno impattato con materiali contenenti ossigeno.
L’ipotesi, però, è che si sia accumulata in materiali di vetro o fra i grani che compongono il suolo lunare e che grazie a questa protezione si sia mantenuta intatta.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI