fbpx
martedì 28 Settembre 2021

Elezioni in Bolivia: Il partito di Evo Morales ha riconquistato il potere

Ancora non ci sono i dati definitivi delle urne, ma il risultato appare delineato: il nuovo presidente è Luis Arce, candidato del Movimento al Socialismo (Mas) ed ex ministro delle Finanze nei governi guidati da Evo Morales, l’ex presidente indigeno costretto all’esilio il 12 novembre 2019. Secondo le proiezioni Arce ha ottenuto il 52,4% dei voti, dietro di lui il centrista Carlos Mesa (32,5%) e il candidato della destra Luis Fernando Camacho (14,1%). Ad ammettere la vittoria del candidato della sinistra è stata anche la presidente ad Interim Janine Añez in un comunicato.

Il Mas torna così al potere dopo i fatti di novembre 2019, quando le opposizioni accusarono di brogli l’ex presidente Morales, e venne attuato quello che dagli analisti è stato definito un “golpe soft”: senza violenza, ma con comunicati dell’esercito che intimavano al primo presidente indigeno della storia boliviana di abbandonare il paese per evitare l’arresto. Morales riparò in Messico e poi in Argentina, mentre al governo ad interim andava la Añez, esponente di riferimento degli interessi della borghesia bianca e dei proprietari terrieri. Ora le elezioni hanno riportato il Mas al potere ed Evo Morales potrebbe presto fare rientro in patria.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiano né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di “The Week” prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati